contadores de paginas web Saltar al contenido

Che cos’è la memorizzazione nella cache del browser? Comprendi a cosa serve e come pulire

Che cos'è la memorizzazione nella cache del browser?  Comprendi a cosa serve e come pulire

I dati memorizzati nella cache sono informazioni salvate nei browser Internet come Chrome, Firefox o Safari. Possono rendere la navigazione più veloce ed efficiente, poiché funzionalità come foto e documenti vengono salvate sul computer dell’utente. Tuttavia, per questo motivo, possono occupare un ampio spazio nella memoria del PC o dello smartphone. Successivamente, scopri cos’è la cache del browser, scopri come funziona e osserva anche la differenza tra cookie e cronologia.

LEGGI: ​​6 funzionalità Apple copiate da Windows a MacBook

1 di 4 Cerca l’icona del lucchetto accompagnata dall’acronimo “HTTPS” per assicurarti che il sito sia sicuro – Foto: Filipe Garrett / TechTudo

Cerca l’icona del lucchetto accompagnata dall’acronimo “HTTPS” per assicurarti che il sito sia sicuro – Foto: Filipe Garrett / TechTudo

Vuoi acquistare telefoni cellulari, TV e altri prodotti scontati? Scopri Confronta TechTudo

Cos’è la cache ea cosa serve?

Cache è il termine usato per classificare un insieme specifico di informazioni salvate che riflette i componenti statici del sito Web, come immagini e documenti in generale che formano la pagina. All’inizio, il punto positivo di questo è che, ogni volta che apri una pagina, il tuo browser non deve richiedere tutti i dati da Internet, caricandoli dalla cache in un processo che salva la larghezza di banda e rende la navigazione più veloce, già che è più veloce leggere i file sul tuo computer che ordinarli da Internet.

Vedi anche: Come aggiornare Google Chrome su dispositivi mobili

Come aggiornare Google Chrome sul tuo telefono

Come aggiornare Google Chrome sul tuo telefono

Tuttavia, un problema attorno alla cache è che può occupare molto spazio. Alcuni browser, come Firefox, consentono di gestire i limiti, ma per impostazione predefinita l’app Mozilla può occupare 1 GB di spazio sul disco rigido con dati che potrebbero non essere così rilevanti. È a causa di questi fattori che si consiglia di rimuovere periodicamente i dati memorizzati nella cache.

Dov’è la cache sul computer

2 di 4 I dati della cache si trovano nelle cartelle dei browser – Foto: Riproduzione / Filipe Garrett

I dati della cache si trovano nelle cartelle dei browser – Foto: Riproduzione / Filipe Garrett

Le posizioni varieranno a seconda del browser, che potrebbe utilizzare una struttura di directory diversa. Utilizzando Google Chrome come esempio, puoi trovare i file di cache del browser aprendo la directory: C: Users AppData Local Google Chrome User Data Default Cache.

Dato che non è pratico navigare manualmente in queste directory ogni volta che l’utente preferisce pulire, i browser di solito offrono risorse per svuotare la cache.

Come cancellare la cache del browser

3 di 4 Nel nostro esempio, Firefox accumula 1 GB di dati nella cache – Foto: Riproduzione / Filipe Garrett

Nel nostro esempio, Firefox accumula 1 GB di dati nella cache – Foto: Riproduzione / Filipe Garrett

Qualsiasi browser corrente avrà strumenti integrati che consentono di pulire facilmente i dati memorizzati nella cache. Usando Firefox come esempio, basta aprire le opzioni del browser e, nella scheda “Privacy e sicurezza”, trovare il pulsante “Cancella dati” nel campo “Cookie e dati di siti Web”. Apparirà una finestra di dialogo, quindi controlla la cache per la cancellazione. Sebbene il processo possa variare leggermente da browser a browser, le dinamiche sono simili: basta cercare nelle opzioni di privacy e sicurezza gli strumenti di pulizia per eliminare la cache.

Differenza tra cookie, cache e cronologia

4 cookie su 4 sono utili, ma possono essere sfruttati in modo improprio – Foto: Riproduzione / Carolina Ribeiro

I cookie sono utili, ma possono essere sfruttati in modo improprio – Foto: Riproduzione / Carolina Ribeiro

Le cache sono copie locali utilizzate dai browser per caricare i siti Web più velocemente, utilizzando la logica secondo cui la lettura dei file sul computer è molto più rapida della lettura di questi dati da zero da Internet. La cronologia del browser è solo un elenco degli indirizzi che l’utente è, di solito organizzato in ordine cronologico. L’idea è che la cronologia ti permetta di trovare un sito web precedentemente visitato, ma non ricordi l’indirizzo.

I cookie sono un altro tipo di dati memorizzati sul tuo computer. L’idea è che registrino i dati di accesso e le preferenze di utilizzo di un determinato sito Web in modo che, quando si accede all’indirizzo, tutte le preferenze vengano caricate automaticamente, anche con l’accesso automatico. I cookie sono ciò che consente l’accesso diretto alla home page di Facebook, ad esempio senza accesso necessario.

A condizione che vengano applicati correttamente, i cookie sono sicuri e utili. Il problema è che questi file, che fungono da identificatori digitali, possono essere utilizzati per tenere traccia dei dati su Internet e generare profili sul comportamento degli utenti sulla rete.