contadores de paginas web Saltar al contenido

Il tablet OLPC da 50 euro è tornato

Il tablet OLPC da 50 euro è tornato

L’organizzazione One Laptop Per Child (OLPC) mantiene il desiderio di fornire ai bambini dei paesi non sviluppati un tablet a basso costo. Nicholas Negroponte, presidente dell’organizzazione no profit, ha nuovamente insistito sull’idea, che non è più nuova e che sembra essere stata pausa negli ultimi mesi.

Il progetto ha iniziato a essere discusso alla fine del 2009, quando sono apparse online le prime immagini concettuali del nuovo modello, chiamato XO-3.

Nel maggio 2010, i valori sono stati avanzati ($ 75) e la conferma della collaborazione con Marvell Techonologies per la produzione del dispositivo che avrà uno schermo con due diverse modalità di visualizzazione, una destinata all’uso all’aperto (simile a quella utilizzata nei lettori di ebook) ) e un’illuminazione adeguata, per l’uso in ambienti bui.

All’epoca si riferiva anche che l’XO-3 sarebbe stato costruito in plastica infrangibile e che il sistema operativo scelto potesse cadere su una piattaforma basata su Linux o sulla proposta di Google Android.

Negroponte, che stava parlando ad una conferenza organizzata al MIT, ha anche affermato che dopo l’iniziativa che promuove sono stati distribuiti 2,4 milioni di laptop a basso costo in circa 40 paesi, il che ha causato un “impatto straordinario” sulle popolazioni di paesi poveri.