contadores de paginas web Saltar al contenido

Scam by MB Way: 2.560 reclami fino alla fine di maggio. Le perdite superano i 4 milioni di euro

Scam by MB Way: 2.560 reclami fino alla fine di maggio.  Le perdite superano i 4 milioni di euro

La scorsa settimana è stata smantellata una rete di 25 artisti della truffa, usando MB Way per rubare denaro alle sue vittime. Complessivamente, saranno stati elusi circa un centinaio di venditori di prodotti nei mercati online. Lo schema è quasi sempre lo stesso: i truffatori fingono di voler acquistare i prodotti in vendita, contattare i rispettivi venditori, portandoli ad associare il numero di cellulare fornito con il proprio account MB Way. È una porta che si apre per accedere ai tuoi conti bancari.

Secondo il pubblico, secondo i conti del Dipartimento centrale di investigazione e azione penale, solo nei primi cinque mesi dell’anno, fino alla fine di maggio, si stima che siano state effettuate in media 17 frodi al giorno, per un totale di 2.560 denunce che è entrato in GNR e PSP. Si stima che le perdite superino i 4 milioni di euro, con le truffe considerate una vera “piaga” dalle autorità responsabili delle indagini, soprattutto in uno scenario di pandemia in cui sono stati promossi acquisti e transazioni a distanza.

Alla luce dei reclami, SIBS avrà scartato le responsabilità, afferma il giornale, poiché il sistema annuncia, in lettere rosse, l’intenzione di passare a un numero di cellulare diverso da quello utilizzato per registrare il proprio account, nelle operazioni Multibanco. SIBS afferma inoltre che quando si abbonano al servizio, i clienti vengono avvisati dei rischi associati all’uso improprio.

DECO ritiene che sia molto difficile assegnare le responsabilità alle entità bancarie, poiché questo tipo di frode è realizzato con la collaborazione attiva delle vittime stesse. Si tratta di un caso attivo, di mancanza di informazioni da parte dell’utente del sistema di pagamento, suscettibile ai truffatori, a differenza di altre frodi come la clonazione delle carte. In questo senso, nell’attuale contesto legislativo, i consumatori non avranno molte possibilità di recuperare l’importo rubato attraverso le banche. Solo in un contesto in cui è possibile dimostrare le debolezze del sistema che danneggiano i consumatori, ma in questo caso si tratta di alfabetizzazione digitale e finanziaria, afferma l’avvocato Tito Rodrigues a Público.

SIBS, d’altra parte, afferma di aver investito in sistemi di sicurezza aggiuntivi e di testare soluzioni per mitigare nuovi eventi o minimizzare l’impatto delle situazioni che si sono verificate, ma senza dettagliare i suoi piani. Alcuni di essi potrebbero addirittura impedire l’utilizzo di alcune funzionalità negli sportelli automatici del servizio MB Way. Gli esperti affermano che SIBS dovrebbe introdurre sistemi di doppia conferma e persino sospendere i trasferimenti effettuati da MB Way fino a ulteriore conferma.

Gli avvocati spiegano che se i casi vanno in tribunale, riguardo ai clienti che cercano di recuperare le somme rubate a seguito delle truffe fatte con il sistema di pagamento, è necessario scoprire se il comportamento delle vittime è stato negligente (rimuovendo così la colpa della banca) o se è l’applicazione stessa a migliorare quella stessa negligenza.