contadores de paginas web Saltar al contenido

Windows Defender sarà in grado di prevedere i virus in Windows 10; capire

ESET Antivirus: scopri se vale la pena scaricare NOD32

Windows Defender ora avrà una funzionalità avanzata di rilevamento dei virus, che utilizza il cloud e le infezioni da altri computer per impedire la diffusione di una piaga virtuale. La tecnica utilizza la base installata di oltre 400 milioni di PC Windows 10 per identificare e isolare un virus in una quarantena nel cloud. In questo modo, i computer di tutto il mondo dispongono ora di sussidi per prevenire le infezioni e impedire che le minacce si diffondano facilmente.

Come scegliere un buon antivirus? video

Come scegliere un buon antivirus

Come scegliere un buon antivirus

La novità arriva con Windows Fall Creators Update, è esclusiva di Windows 10 e può essere una chiave per prevenire attacchi ransomware come WannaCry e Petya.

1 di 1 Windows Defender sarà in grado di utilizzare l’intelligenza artificiale e il cloud per impedire la diffusione di virus come Petya – Foto: Disclosure / Microsoft

Windows Defender sarà in grado di utilizzare l’intelligenza artificiale e il cloud per impedire la diffusione di virus come Petya – Foto: Disclosure / Microsoft

L’app di TechTudo: ricevi suggerimenti tecnici e notizie sul tuo telefono

Il nuovo strumento Windows Defender funzionerà con intelligenza artificiale. L’idea è che il software monitora il comportamento delle applicazioni più diffuse, come quelle della suite Office, alla ricerca di azioni che vanno oltre il normale.

Secondo Microsoft, se un nuovo virus viene identificato su qualsiasi computer Windows 10, sarà possibile creare una firma digitale per la minaccia e distribuirla nell’intera base di utenti. In questo modo, prima di essere infetto, il tuo PC saprà già cosa cercare e cosa evitare. Cioè, Windows Defender installato sul computer dell’utente avrà la capacità di prevedere il comportamento di un virus e identificarlo facilmente, anche se recente.

Inoltre, secondo la compagnia, anche la prima vittima finirà per essere protetta, poiché il parassita verrà rilasciato all’interno di una macchina virtuale, in esecuzione nel cloud e completamente isolato dai PC degli utenti.

La soluzione può limitare il potere riproduttivo di attacchi come WannaCry. Non sarà necessario, ad esempio, attendere che Microsoft si occupi degli aggiornamenti della sicurezza per alcuni giorni per combattere la peste – più che sufficiente tempo perché il virus possa causare danni.